A questo punto li vedo già i soliti maligni: “Eccolo là, questo con la scusa del blog va sempre a mangiare nelle pizzerie che non gli fanno pagare il conto in cambio di buona pubblicità”.

Magari.

Al momento in cui partorisco questo blog molte pizzerie hanno già avuto il piacere della mia presenza e dei mie soldi, alcune anche più di una volta.

La maggior parte, poi, non ha certo bisogno della mia pubblicità per avere clienti.

Nossignori, purtroppo debbo precisare che in quasi tutte le pizzerie in cui ho mangiato ho pagato regolarmente come un qualsiasi cliente e non ho ricevuto nessun trattamento di favore.

Quasi tutte. Perché da quando ho aperto il blog, ci sono state eccezioni alla regola. Che segnalo puntualmente.

Forse un giorno questo blog sarà davvero talmente famoso che le pizzerie di tutto il mondo faranno a gara per avere una mia recensione. Che io offrirò in cambio di compensi a tre zeri, da bravo venduto.

Per adesso rimango con i piedi per terra e il portafogli vacante.

Le foto

Avrete notato che la maggior parte delle foto riportano qua e là l’indirizzo del sito. Ecco, ce l’ho messo per sottolinerare che quelle foto sono mie, mie, MIE!!!

Ok, dai, sto esagerando. Non sono mie, sono per tutti. Potete prenderle e condividerle liberamente, e diffondere così la conoscenza della reale pizza napoletana. Il mondo deve sapere.

In altri casi, potrei utilizzare foto realizzate da altre persone. Si tratterà comunque sempre di foto Commons con link e credito all’autore.

Per quanto riguarda me… Be’, non sarò un fotografo di professione, ma sono comunque orgoglioso dei miei scatti. Sia che vengano effettuati con una reflex di livello base, che con un zozzosissimo smartphone. È così che testimonio la mia presenza alla pizzerie di cui parlo, perché sia chiaro che le ho provate tutte di persona.

Per questo motivo vi chiedo, nel caso decidiate di utilizzare una qualsiasi delle mie, mie, MIE foto, di non tagliare l’indirizzo del mio sito, che comunque metto sempre in una posizione non invasiva. E di dare credito all’autore, cioè io, linkando direttamente a questo blog.

So che lo farete, perché siete tutte delle brave persone. In caso contrario, che possiate mangiare pizza piatta, croccante e asciutta per l’eternità.

Il mio giudizio

Ci tenevo a dire una cosa sul modo in cui esprimo i miei giudizi.

Come ho già detto, non sono un pizzaiolo. Sono solo un napoletano con un’altissima concezione della pizza verace come miglior prodotto culinario mai inventato. Come tale ho delle aspettative, che possono essere deluse.

Ma ho un altissimo rispetto della professione di pizzaiolo. E, dio ce ne scampi, non sono Gordon Ramsay. Per cui, se esprimerò giudizi negativi, cercherò sempre di farlo senza mancare di riguardo a nessuno di quelli che ha lavorato duro per mettermi una pizza a tavola.

I giudizi che leggerete sono tutti esclusivamente personali. E tenderò a essere il più onesto possibile in base a quelli che sono i miei gusti. Se così facendo, in qualche modo, dovessi offendere qualche pizzaiolo, spero non me ne vogliate. Sappiate che non era mia intenzione.

Voi però fate anche la vostra parte e cercate di non deludermi.