Home » L’Antica Pizzeria Da Michele, Ebisu: il franchise mondiale inizia da Tokyo

L’Antica Pizzeria Da Michele, Ebisu: il franchise mondiale inizia da Tokyo

di Giuseppe A. D'Angelo

Non hai tempo per leggere il post? Vai direttamente al giudizio finale con il PARTENOMETRO

Antica Pizzeria Da Michele Tokyo Margherita rota e carretta

La visita a questa pizzeria risale al 30/01/2017

Se conoscete Michele, la pizzeria ultracentenaria icona di una Napoli d’altri tempi, sapete benissimo che uno dei suoi aspetti più pubblicizzati è la sua unicità. Tra note affisse al muro, post su Facebook e dichiarazioni a mezzo stampa la pizzeria dei Condurro passa gran parte del suo tempo a ricordare alla gente che quella di via Cesare Sersale è l’unica sede a Napoli. A Napoli, appunto. Perché da qualche anno hanno avuto la bella idea di esportare il marchio con un franchise apposito chiamato Michele in the World. E prima ancora che avvenissero le famose aperture a Roma e a Londra, la pizzeria aveva già trovato terreno fertile in Giappone: prima sede a Tokyo, seguita poi da quella a Fukuoka.

Ah, questi giapponesi. Si innamorano della pizza napoletana e non si limitano a copiarla, si appropriano anche dei nostri marchi. È proprio per questo motivo che quando mi sono recato in viaggio in Giappone, non potevo che cominciare il mio Tokyo Pizza Tour facendo tappa proprio alla prima sede in assoluto del franchise di Michele nel mondo: L’Antica Pizzeria Da Michele a Ebisu.

La pizza
Come arrivare
PARTENOMETRO

La pizza

Antica Pizzeria Da Michele Tokyo il forno a legna

Proprio come a Napoli, la pizzeria non si trova su una strada principale, bensì in una via laterale, anzi qui anche più nascosta. All’esterno i tratti somatici ci sono tutti: il logo riporta il faccione del capostipite Michele Condurro, e anche il nome della pizzeria ne riprende il font. Ovvio, è un franchise, non cambiamo mica così le carte in tavola. Cos’altro ritroviamo di familiare? A primo acchitto, nient’altro, perché qui scatta il primo shock culturale: in questa pizzeria ci si siede immediatamente!

Altro che le code interminabili di Napoli, Roma e Londra con tanto di numerini a decretare il vincitore del posto a sedere. Io sono entrato in un locale che, ok, vuoto non era, ma nemmeno affollato più di una qualsiasi altra pizzeria. Il che è un bene, considerato che stavo venendo da 11 ore di volo, 9 ore di fuso orario e una giornata intera passata in giro per la città il tutto con 24 ore di veglia ininterrotta.

Antica Pizzeria Da Michele Tokyo diploma pizzaiolo

Un rapido sguardo intorno mi dice che in quel momento sono l’unico occidentale del locale. E questo vale anche per lo staff, composto interamente da personale giapponese. Pizzaioli compresi. Che però, come molti loro conterranei, hanno studiato direttamente dai padri fondatori: due diplomi appesi al muro certificano la qualica di “pizzaiolo di I livello” di tali Aoki Hiroyuki e Tajima Shinji, ottenuta in loco sotto la supervisione del mastro pizzaiolo Bruno Monti e sottoscritta da Francesco Condurro. Insomma, tutto in regola.

Ma veniamo al sodo: com’è la pizza? Io decido di concedermi alla lussuria e di ordinare una doppia mozzarella. Ricordo, per chi non ne dovesse essere al corrente o soffrisse di vuoti di memoria, che lo standard di Michele è proprio quello di fornire due soli tipi di pizza: Marinara e Margherita. Sono concesse solo piccole varianti come quella da me ordinata, che è comunque elencata nel menu e prezzata come tale: 2.000 yen, ovvero l’equivalente di ben 15 euro!

Antica Pizzeria Da Michele Tokyo Margherita fetta

Non disquisisco sul prezzo perché siamo a Tokyo, il costo della vita è molto caro, e bisogna tenere conto dei costi d’importazione di ingredienti originali che si fanno un viaggio di dieci ore da Napoli. Per cui veniamo alla portata principale (l’unica): una bella pizza a rota ‘e carretta, dal cornicione bassissimo, in puro stile Michele. Anche se, a essere sincero, le dimensioni sono leggermente inferiori da quelle a cui siamo abituati. Ma non è un dramma.

Il problema è la gestione degli ingredienti. Quello che mi ritrovo sul disco di pasta è un lago d’acqua cacciato dalla mozzarella misto a olio. Il tutto, unito al sugo di pomodoro fortunatamente abbondante, crea un sugo residuo nel quale posso agevolmente fare una scarpetta coi rimasugli di cornicione a fine pasto. Valutate voi se è un pregio o un difetto. E a proposito dell’impasto: la cottura nel forno a legna è ottima, purtroppo tutto questo liquame lo rende molto molliccio. Sicuramente però non risulta pesante: mastico, deglutisco e digerisco senza problemi.

Antica Pizzeria Da Michele Tokyo pizzaiolo giapponese

Sul fronte sapori mi sono ritrovato una pizza senza infamia e senza lode: salsa non gustosissima, mozzarella abbastanza indifferente. Nel complesso lo reputo un prodotto sulla sufficienza, soprattutto non all’altezza del prezzo pagato. Mettendo le cose in prospettiva, voglio considerare il fatto che ci troviamo dall’altra parte del mondo, e abbiamo comunque a che fare con una pizzeria che rispetta i canoni della pizza napoletana classica. Ma non credo lo standard di Michele che conosciamo sia rispettato. Da questo punto di vista,mi sono trovato molto meglio nella sede di Londra.

Come arrivare

L’Antica Pizzeria Da Michele Ebisu, 4 Chome-4-7 Ebisu, Shibuya-ku, Tōkyō-to 150-0013, Japan

L’Antica Pizzeria Da Michele a Tokyo si trova nel quartiere Ebisu, una piccola zona residenziale ricca di bar e ristoranti, distante una mezz’oretta a piedi dalla più famosa (e caotica) Shibuya. Il modo più semplice per raggiungerla è prendere la linea Yamanote della JR o la linea Hibiya della Tokyo Metro: entrambe fermano alla stazione di Ebisu. Da lì, è una passeggiata di cinque minuti.

PARTENOMETRO

WARM: nelle intenzioni la pizza rispetta i canoni del Michele di Napoli, almeno per quanto riguarda l’aspetto: disco di pasta esteso come si deve, con cornicione appena accennato. L’impasto ha una bella resa nel forno a legna, ma quella della mozzarella e della salsa di pomodoro crea non poche difficoltà: troppo liquido in eccesso. Nonostante gli ingredienti originali, i sapori non risaltano come ci si aspetterebbe, e purtroppo durante la mia visita la mia pizza è stata un po’ deludente da questo punto di vista. Nel complesso, una pizza accettabile nel panorama di Tokyo.

E voi l’avete provata? Cosa ne pensate? Fatemelo sapere nei commenti.

NON VI BASTA? ECCO ALTRE PIZZERIE NAPOLETANE A TOKYO

Antica Pizzeria Da Michele Tokyo Margherita doppia mozzarella

POTREBBE INTERESSARTI

Lascia un commento

* Usando questo form acconsenti alla collezione e gestione dei tuoi dati da parte di questo sito.

Questo sito utilizza cookie. Non sono buoni come la pizza ma aiutano la navigazione. Spero che non abbiate problemi, ma nel caso potete anche non accettare. Accetta Più info

CONDIVISIONI