Home » Luna Rossa, Malasaña: forse la pizza napoletana più buona di Madrid

Luna Rossa, Malasaña: forse la pizza napoletana più buona di Madrid

di Giuseppe A. D'Angelo

Non hai tempo per leggere il post? Vai direttamente al giudizio finale con il PARTENOMETRO

Pizzeria Luna Rossa pizza Bufalina

AGGIORNAMENTO ULTIMA VISITA: 26/03/2019

Il titolo del post è un punto interrogativo non a caso. Quella di Luna Rossa è l’unica pizza che abbia avuto modo di mangiare a Madrid fin’ora. Eppure è stata così entusiasmante che difficilmente mi viene da immaginare qualcosa di meglio. Il giorno che avrò l’opportunità di assaggiare altre pizze napoletane cucinate nelle capitale spagnola sarà il giorno in cui modificherò il titolo al post. Ma, per quel che riguarda la mia esperienza, credo che la modifica si limiterà semplicemente a far sparire quel “forse”.

La pizza (2019)
La pizza (2016)
La pizzeria
Quanto costa
Come arrivare
Come l’ho scoperta
PARTENOMETRO

La pizza (2019)

Luna Rossa, pizza Margherita

A distanza di tre anni mi ritrovo di passaggio a Madrid (letteralmente: sei ore per uno scalo aereo). Ma non posso fare a meno di andare a salutare Giuseppe Procentese, il responsabile del ristorante. Tre anni fa lo avevo conosciuto di sfuggita con una breve stretta di mano nell’attesa della mia pizza d’asporto (ecco perché non è citato nella parte originale di questo articolo), ma nel frattempo è diventato uno dei lettori più fedeli e appassionati del mio blog.

Originariamente dovevo passare solo per una chiacchiera, perché i tempi stretti per l’aereo non mi concedevano di fermarmi a cena. Ma alla fine ho dovuto cedere alla sua ospitalità, e soprattutto non potevo negarmi la possibilità di vedere come sarebbe stata la pizza a distanza di così tanto tempo. Il rischio delusione è sempre in agguato, e si sa che soprattutto con la pizza è molto alto, dal momento che il turn over dei pizzaioli è molto frequente.

Luna Rossa è l’esempio di come un’accorta gestione del personale garantisca una costante resa di prodotto. Anche in questo caso ho potuto confermare le stesse impressioni tre anni prima: impasto delicato e altamente digeribile, e un equilibrio perfetto di sapori, furbescamente esaltati anche da una buona dose di pecorino che permette soprattutto al fiordilatte di esprimersi al meglio. Riconfermo totalmente il giudizio di eccellenza dato in passato.

Luna Rossa Madrid, nuovo locale

È da sottolineare come il responsabile dell’impasto non fosse presente in quei giorni in pizzeria. Giuseppe mi ha parlato molto di Cristian, il pizzaiolo rumeno in forze al ristorante da un anno, e che proprio in quei giorni era fuori città per un corso d’aggiornamento. La dimostrazione di una buona gestione passa anche e soprattutto dal fatto che il prodotto non perda di qualità quando la conoscenza viene distribuita bene tra i colleghi di lavoro.

Da sottolineare anche i recenti lavori effettuati per riammodernare il locale. Il look caratteristico da pueblo spagnolo che tanto mi aveva colpito in passato ha fatto posto a un ambiente più elegante, anche se in maniera non troppo spinta. Rimangono gli interni luminosi e la volontà di offrire un’ottima cucina napoletana alla clientela. Perché io in due occasioni ho mangiato solo pizza, ma ricordo che Luna Rossa è un ristorante completo dove si può assaggiare il meglio della gastronomia partenopea nel cuore della capitale spagnola. E un giorno lo farò anche io.

Attenzione: in questa occasione la pizza mi è stata offerta dal responsabile del locale. Per saperne di più sul mio giudizio in queste circostanze, date un occhio al mio disclaimer.

La pizza (2016)

Pizzeria Luna Rossa ottima pizza napoletana a Madrid

Eccezionale. Sinceramente non so cos’altro aggiungere. Raramente mi è capitato di mangiare una pizza così buona fuori Napoli. Ma voglio esagerare: raramente mi è capitato di mangiare una pizza così buona anche a Napoli. E in realtà non sto esagerando: anche nella capitale mondiale della pizza un prodotto come quello uscito dal forno di Luna Rossa figurerebbe ai primi posti delle migliori classifiche.

Purtroppo, per i motivi che vi spiegherò dopo, ho avuto modo di assaggiare un solo tipo di pizza, la mia classica Bufalina. E guardate le foto: un’opera d’arte! Cornicione lievitato e cotto perfettamente, canotto ma senza esagerare, morbidissimo e pieno d’aria, maculatura perfetta: insomma, la sintesi perfetta di quello che ogni vera pizza napoletana dovrebbe essere. Perché, è bene ricordarlo, la prima differenza fondamentale tra la pizza napoletana e tutte le altre passa proprio dal cornicione.

Ma andiamo oltre. La base è un po’ più spessa del solito, ma l’impasto è davvero delicato e digeribilissimo. Anche qui, sfida vinta appieno. Per cui arriviamo subito alla prova del nove: il sapore. E qui raggiungiamo l’apice. La mia bocca ha assaggiato qualcosa di sublime, un’esplosione di gusti tutta partenopea neanche fossi stato nei vicoli vocianti dei Tribunali.

Pizzeria Luna Rossa Madrid Malasana

Non so davvero da cosa cominciare. Dalla mozzarella, depositata a fettoni sciolti al punto giusto, che in bocca si addentavano morbidamente rilasciando tutto l’aroma più gustoso del latte bufalino? O dall’abbondante salsa di pomodoro, condita con una buona quantità d’olio che, sì lo so, per molti non è il massimo, ma a me fa impazzire? E ricordate cosa vi ho detto dell’impasto? Un po’ più spesso dello standard napoletano, ma leggerissimo. Se dovessi paragonare l’emozione che ho provato nel mangiare questa pizza a un dolce mi verrebbe da pensare a una sofficissima torta ripiena di cioccolato. Il paragone vi potrà sembrare bizzarro, ma sappiate che io sono anche un grande amante di torte al cioccolato. E anche quelle non è facile farle come sembra.

L’amalgama succosa degli ingredienti della pizza napoletana di Luna Rossa è un mix esplosivo che non si trova dappertutto. Forse sono stato particolarmente fortunato, forse quella sera il pizzaiolo era di buon umore perché sapeva che stava offrendo la sua arte a un napoletano. Forse la forma del cuore che ha dato alla mia pizza stava a significare questo, che ci aveva messo dell’amore particolare in quel particolare lavoro. O forse ci stava solo provando con la mia ragazza, che ne so. Sta di fatto che, per quanto riguarda la mia personalissima esperienza, la pizza di Luna Rossa è un capolavoro. E, dato il suo livello, posso davvero azzardarmi a dichiararla la pizza migliore di Madrid senza nemmeno aver assaggiato le altre.

La pizzeria

Attenzione: la descrizione del locale in questo paragrafo risale al 2016. Il locale è stato rinnovato nel 2019.

Sapete perché nonostante fossi con la mia ragazza ho potuto assaggiare una sola pizza? Perché purtroppo da Luna Rossa non mi sono potuto sedere, ma solo ordinare una pizza a portar via. Abbiamo fatto l’errore di presentarci in pizzeria alla 9 di venerdì sera senza una prenotazione: era strapieno. Il titolare ci ha detto che prima delle 11 non ci saremmo potuti sedere, e noi stavamo morendo di fame. Per cui abbiamo dovuto ripiegare su un locale di tapas (non che la cosa ci dispiacesse, sia chiaro).

Ma non potevo certo rinunciare alla mia missione di scovare le migliori pizze napoletane nel mondo. Soprattutto quando sei a Madrid, una delle maggiori succursali dell’Italia in Europa. E soprattutto se il ristorante dove volevi sederti non ti ha accettato perché era pieno: qualche cosa dovrà pur significare. Per cui ho dedicato parte del mio stomaco alla cena spagnola, lasciando un posto per la pizza che mi avrebbe aspettato di lì a poco. D’altronde, se una pizza napoletana è fatta come si deve, non serve molto stomaco per mangiarla.

Pizzeria Luna Rossa ristorante napoletano

Per cui torniamo alle 11, ordiniamo la nostra Bufalina, e in pochi minuti eravamo fuori le scale di un palazzo a mangiarcela. Ma, nell’attesa, ho avuto modo di scattare qualche foto al locale. Che è un ristorante pizzeria tutto napoletano, per cui non c’è solo la pizza in ballo. Se mai un giorno dovessi tornare andrò anche oltre la pizza.

Molto carina l’atmosfera regalata da un arredamento che imita la piazza di un paesino – suppongo un villaggio spagnolo? In effetti le mura bianche e i piccoli tetti spioventi mi ricordano famosi villaggi della Spagna come Ronda, Setenil de las Bodegas, o Cuenca da cui stavamo venendo il giorno prima. Ma il ristorante è italiano al cento per cento, a partire dallo staff. Che, anche se non ci ha servito, è stato molto cordiale e a disposizione per il poco tempo in cui siamo stati dentro. Sicuramente volevano che ce ne andassimo con un bel ricordo, al di là della pizza.

Quanto costa

Pizzeria Luna Rossa migliore pizza napoletana di Madrid

Attenzione: questo paragrafo si riferisce ai prezzi del 2016, e non è aggiornato ai prezzi odierni. Per maggiori informazioni, consultate il sito della pizzeria.

Qui arriviamo alla nota dolente. Non influenzerà il mio giudizio finale, ma devo dirla: la pizza di Luna Rossa è eccessivamente cara. Il prezzo di base di una pizza semplice, tipo Marinara o Margherita, è di €11, come riportato sul loro sito. Ma la mia Bufalina DOP faceva parte del listino delle pizze gourmet. Purtroppo non ho conservato lo scontrino, ma ricordo un prezzo tra i 14 e i 15 euro. Ma anche considerati gli 11 di base mi sembra davvero un costo troppo alto per una città economica come Madrid. Capisco che, quando si tratta di piatti con ingredienti originali di importazione, non ci si possa aspettare lo stesso prezzo di una pietanza locale. Eppure posso fare il paragone con la città in cui vivo attualmente, Londra: qui la vita è più cara, e i costi di importazione più alti, ma una Margherita non mi verrebbe mai a costare così tanto, anche considerato il cambio.

Ritengo quindi che, per quanto buona la pizza, il prezzo eccessivo non sia giustificato. D’altronde però non sono certo un cliente regolare, per cui in quell’unica occasione si è trattato di soldi spesi ben volentieri. Ero in vacanza, che cavolo.

Come arrivare


Luna Rossa, Calle de la Luna ( semiesquina Calle de San Bernardo, 24 ), Malasaña, 28015 Madrid

Il ristorante pizzeria Luna Rossa si trova nel quartiere di Malasaña, zona ricca di vita notturna e localini. Una volta centro focale del movimento conosciuto come Movida madrileña, oggi è associato alla cultura hipster di Madrid. Volendo raggiungerlo in metro si trova a mezza distanza tra le due fermate di Plaza de España/Noviciado (linee 2, 3 e 10) e Santo Domingo (linea 2). Il ristorante si trova all’incrocio tra Calle de San Bernardo 24 e Calle de la Luna (da cui ovviamente si è ispirato per il nome, oltre a rendere omaggio alla barca da vela italiana più famosa).

Siamo nel pieno centro di Madrid per quanto riguarda la vita notturna e lo shopping. Questa è la zona universitaria, dove gli studenti praticano il rito del botellón all’aperto. Ma siamo anche a due passi dalla Gran Vía, principale via dello shopping di Madrid e, da qualche tempo, anche dei teatri di musical.

PARTENOMETRO

SMOKIN’ HOT: pizza eccellente, dalla lievitazione alla cottura. Ingredienti ricchi e saporiti, la mozzarella di bufala si scioglie in bocca, e l’impasto zuppo di salsa di pomodoro si addenta che è un piacere. Nient’altro da aggiungere, semplicemente la scelta migliore a Madrid.

E voi l’avete provata? Cosa ne pensate? Fatemelo sapere nei commenti.

POTREBBE INTERESSARTI

Lascia un commento

* Usando questo form acconsenti alla collezione e gestione dei tuoi dati da parte di questo sito.

Questo sito utilizza cookie. Non sono buoni come la pizza ma aiutano la navigazione. Spero che non abbiate problemi, ma nel caso potete anche non accettare. Accetta Più info

CONDIVISIONI