Home » Pizzeria Pellone, Clapham: a volte ritornano a Londra

Pizzeria Pellone, Clapham: a volte ritornano a Londra

di Giuseppe A. D'Angelo

Non hai tempo per leggere il post? Vai direttamente al giudizio finale con il PARTENOMETROPizzeria Pellone Clapham Londra pizza Margherita

La visita a questa pizzeria risale al 15/03/2019

Solo un anno fa Antonio Sarnelli mi annunciava la chiusura della sua pizzeria Made in South, un piccolo gioiello nel quartiere di Clapham dove ho mangiato una delle pizze napoletane più buone a Londra (ve ne parlo in questo post). All’atto della chiusura Antonio mi dice che fortunatamente aveva già trovato un acquirente per il suo locale. Il suo nome lo scopro a distanza di pochi mesi, prima facendo la sua conoscenza online e poi dal vivo al Pizza & Pasta Show di Londra: Antonio Pellone.

Il cognome vi fa suonare una campanella? Non ne ho dubbi: Pellone è infatti un nome che a Napoli ricorre spesso nelle pizzerie. Una di quelle dinastie che hanno generato una quantità impressionante di pizzaioli i quali a loro volta hanno aperto diverse sedi. Nello specifico, Antonio è figlio di Raffaele Pellone, titolare della pizzeria I Fratelli Pellone di Fuorigrotta.

Pizzeria Pellone Clapham Londra murale Totò e Sofia

Ma non è l’unico motivo per cui il suo nome potrebbe risultarvi familiare. Perché a Londra c’era già stata, un paio di anni fa, una pizzeria Pellone. E fu proprio Antonio ad aprirla, in società con altre due persone, nella zona di Herne Hill. Purtroppo disaccordi nella gestione lo hanno portato a vendere la sua quota, e la pizzeria è diventata una delle sedi di una piccola catena di pizzerie chiamata 500°.

Naturalmente l’obiettivo di Antonio era quello di poter offrire al pubblico londinese la sua idea di pizza verace, tradizionale, classica. E l’occasione è arrivata con l’aquisto della pizzeria di Antonio Sarnelli. Quando l’ho saputo, da un lato ero contento che il locale non finisse nelle mani di chiunque, ma di un altro pizzaiolo pronto a diffondere un po’ di cultura napoletana a Londra. Ma dall’altro lato, si prospettava un’eredità pesante: sarebbe stato il secondo Antonio in grado di reggere il confronto con il primo?

Pizzeria Pellone Clapham Londra Margherita con Bufala

Premesso che il lavoro di due artigiani non dovrebbe mai essere messo a confronto, la risposta immediata è: sì. Antonio Pellone offre un prodotto degno della migliore tradizione napoletana, esattamente come il suo predecessore. Col suo stile personale, ovviamente, che riconosciamo già nei lavori di restauro apportati al locale. Antonio ha rivoluzionato gli ambienti della pizzeria grazie a delle tinte brillanti e un’illuminazione vivace che lo rendono ben visibile dalla strada. Gli interni sono semplici e sobri: certo, mi manca il tocco caratteristico del vecchio candelabro fatto con le posate di legno, ma ho apprezzato la scelta di mantenere il murale originale con Totò e Sofia Loren.

Ma passiamo all’aspetto più importante della serata, ovvero la pizza. Che ho avuto il piacere di mangiare in compagnia di un altro pizzaiolo, Maurizio Eusebi, di passaggio a Londra dall’Australia per ricominciare una nuova avventura a Brighton. Ci siamo orientati entrambi su due pizze classiche: una Margherita semplice e una Bufalina. Ci vediamo portare a tavola due dischi di pasta di larghe dimensioni, e dalla stesura perfettamente circolare.

Pizzeria Pellone Clapham Londra Antonio Pellone

Al tatto il cornicione poteva sembrare pienotto, ma siamo stati subito smentiti in fase di assaggio: l’impasto risultava leggero ed elastico, generosamente condito con un sugo di pomodoro dal sapore riconoscibile e non molto salato (marca La Torrente), oltre che dei latticini di ottima qualità. La pizza ci ha lasciati soddisfatti per dimensioni, ma è risultata quasi assente sullo stomaco, grazie alla sua estrema digeribilità: il successo del prodotto di Antonio è il risultato di una doppia lievitazione e una maturazione complessiva di 24 ore effettuata a temperatura ambiente (farina: Caputo).

Tra l’altro Antonio si dichiara molto soddisfatto del forno Grimaldi lasciatogli in dotazione, sul quale si legge ancora il nome Made in South. Possiamo leggerlo come un secondo omaggio al locale di Antonio Sarnelli. E vengo a sapere che proprio quest’ultimo è passato appena la settimana prima da Londra ed è andato provare la pizza di Antonio Pellone, uscendone molto contento. Il passaggio della torcia è stato ufficiale, l’eredità preservata. Perché puoi chiudere un locale o cambiargli il nome: ma la passione napoletana non la fermi.

Attenzione: al termine della visita, Antonio mi ha inaspettatamente offerto la pizza. Per maggiori informazioni riguardo al mio giudizio in queste occasioni, date un occhio al mio disclaimer.

PARTENOMETRO

HOT DAMN: pizza di grandi dimensioni, dall’impasto leggero ed elastico e dai condimenti abbondanti, saporiti e riconoscibili. Sicuramente un esempio lampante di veracità.

E voi l’avete provata? Cosa ne pensate? Fatemelo sapere nei commenti.

NON VI BASTA? ECCO ALLORA L’ELENCO DI TUTTE LE PIZZERIE NAPOLETANE A LONDRA

Pizzeria Pellone, 42 Lavender Hill, Battersea, London SW11 5RL, Regno Unito

POTREBBE INTERESSARTI

Lascia un commento

* Usando questo form acconsenti alla collezione e gestione dei tuoi dati da parte di questo sito.

Questo sito utilizza cookie. Non sono buoni come la pizza ma aiutano la navigazione. Spero che non abbiate problemi, ma nel caso potete anche non accettare. Accetta Più info

CONDIVISIONI