Home » Prometeo, Schöneberg: il dono del fuoco per una pizza a Berlino

Prometeo, Schöneberg: il dono del fuoco per una pizza a Berlino

di Giuseppe A. D'Angelo

Non hai tempo per leggere il post? Vai direttamente al giudizio finale con il PARTENOMETROPrometeo, Berlin

La visita a questa pizzeria risale al 9/02/2019

Nella mia ricerca delle migliori pizzerie a Berlino effettuate per il Berlin Pizza Tour, mi sono imbattuto in un locale che non avrei mai scoperto se non fosse stato per il suggerimento della comunità di italiani nella capitale tedesca. Ed è, tra le varie pizzerie visitate, tra quelle che mi hanno sorpreso di più. Da Prometeo non ho certo mangiato la pizza perfetta, ma sicuramente un ottimo prodotto che, se contestualizzato nell’offerta generale della città, ne esce sicuramente a testa alta.

Partiamo dal fatto che questo è uno dei pochi locali che utilizza un forno a legna (almeno, nel mio tour ne ho contati solo due). Di per sé questo non vuol dire niente, e io ho già espresso la mia opinione sul fatto che al giorno d’oggi lo strumento non sia così essenziale rispetto alla riuscita del prodotto (ne parlo più approfonditamente in questo articolo). Anche se, da un punto di vista romantico, dà un certo valore aggiunto.

Prometeo pizzeria Berlino con forno a legnaE bisogna dire che questo ristorante-pizzeria fa molto per comunicare l’ospitalità italiana ai suoi avventori. Fin dal mio ingresso ho apprezzato la vivacità del proprietario, uno di quegli anfitrioni che ci tiene ad assicurarsi che i suoi clienti passino una piacevole serata, e fa la spola tra i tavoli per offrire un po’ della sua compagnia. È così che ho avuto modo di fare due chiacchiere con lui e sapere qualcosa in più sul locale.

Aldo Settimi ha deciso di aprire il suo ristorante qui, nella zona di Schõneberg, tre anni fa. Originario del nord Italia (ma adesso non chiedetemi di che regione, che nella chiacchiera ho purtroppo dimenticato di annotarmelo) non avrebbe puntato sulla pizza napoletana, se non fosse stato su consiglio di suo figlio Emiliano. Che ha studiato a Napoli alls scuola dell’AVPN ispirandosi ai grandi classici della pizza verace, come Michele.

Prometeo pizzeria Berlino, pizza Margherita

L’obiettivo è decisamente raggiunto, vista la colossale dimensione della mia pizza. Che però si differenzia da una verace classica per avere il cornicione decisamente più pronunciato. L’impasto non si avverte leggerissimo nel cornicione, ma la stesura è molto sottile, il che la rende facile da divorare. Soprattutto per la ricchezza di sapore garantito da un’ottima salsa Gustarosso versata in maniera abbondante. Al quale si accompagnava un fiordilatte di discreta fattura.

Al forno a legna, marca Stefano Ferrara, si alternano a quanto pare quattro pizzaioli. Quella sera era Fabio, un ragazzo della Sanità, a preparare la mia pizza. Lui mi racconta il suo metodo di lavoro, quello di un impasto realizzato con farina Caputo e tenuto a maturare 72 ore a temperatura controllata in frigo. Ho notato che la sua manualità lo portava a sfornare pizze decisamente diverse tra di loro per forma. Ma questa irregolarità stessa è forse frutto di quella scuola verace alla quale si ispirano.

Prometeo pizzeria napoletana Schöneberg, Berlin

A €6.50, comunque, quella di Prometeo si piazza come una delle Margherite migliori nel rapporto qualità-prezzo a Berlino. Naturalmente il menù va ben oltre nella scelta delle pizze, per non parlare di altri piatti della cucina nostrana: io ho concluso la cena con un ottimo Tiramisù.

Il nome Prometeo, mi spiega Aldo, è un chiaro riferimento al titano della mitologia greca che ha rubato il fuoco agli dei per donarlo agli uomini. Esattamente come lui e suo figlio, che si sono impegnati tanto per ottenere tutti i permessi necessari (a Berlino non cosa facile) per poter installare il loro forno a legna e donare il calore della fiamma viva alla loro pizza. E un po’ di romanticismo in più alla loro clientela.

Prometeo, Goebenstraße 3, 10783 Berlin, Germania

Come arrivare: la zona attorno la pizzeria è servita da diverse fermate della U-Bahn e della S-Bahn, tutte posizionate a non più di 5 minuti di cammino, come potete vedere nella mappa qui sopra.

PARTENOMETRO

HOT: pizza semplice e tradizionale, dall’impostazione molto verace, anche nell’irregolarità delle sue forme. L’impasto, non molto leggero, si fa comunque apprezzare grazie a una stesura estrema che assottiglia molto la base del disco. Ingredienti saporiti gestiti con generosità. In una città come Berlino, la presenza del forno a legna aggiunge quel tocco in più.

E voi l’avete provata? Cosa ne pensate? Fatemelo sapere nei commenti.

NON VI BASTA? ECCO ALTRE PIZZERIE NAPOLETANE A BERLINO

POTREBBE INTERESSARTI

Lascia un commento

* Usando questo form acconsenti alla collezione e gestione dei tuoi dati da parte di questo sito.

Questo sito utilizza cookie. Non sono buoni come la pizza ma aiutano la navigazione. Spero che non abbiate problemi, ma nel caso potete anche non accettare. Accetta Più info

CONDIVISIONI